A.Rea. 21 : retrogaming e videogiochi dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] e-m@il
Carica un articolo casuale!
Dan Hero Alle soglie degli 'anta, Dan Hero resta un giovane vecchio con lo sguardo e il cuore immutabilmente fissi al passato. Da una decade circa ospite non gradito sulle pagine di TGM, snocciola mensilmente sermoni irremediabilmente noiosi riguardo quanto meravigliosi fossero i videogiochi dei bei tempi andati, coltivando nel contempo il sogno di fondare una software house nichilista e creare titoli nati vecchi che nessuno giocherà.

[nuRetro] ASCII MSX
Uchūsen Gamma
Juan J. Martinez
05 01 2021

Uchūsen Gamma è il classicismo degli sparatutto verticali. Asciutto, essenziale, privo di barocchismi e impenetrabili coltri di proiettili: praticamente Star Force per macchine con almeno 16kB di RAM, spalmato su cinque livelli tra formazioni di alieni e immancabili boss finali. Il pregio - e il limite, in egual misura - di Uchūsen Gamma è la sua semplicità, presente tanto nello schema di gioco quanto nella grafica. Funziona tutto e funziona anche bene, senza sfarfallii inopportuni in quei momenti in cui lo schermo è soffocato da proiettili e la precisione diventa essenziale, ma tutto sa di già visto, esplorato e vissuto chissà quante altre volte.

La novità risiede senza dubbio nel sistema di power-up che richiede un'attenta pianificazione, giacché ogni dieci nemici abbattuti verrà elargita una capsula con cui potenziare lo sparo o aggiungere una smart bomb alla nostra riserva. Facile, se non fosse per il fatto che il contatore della combo viene azzerato dopo qualche istante, trasformando Uchūsen Gamma in una sorta di rhythm game da vivere sotto l'egida del buon vecchio 'risk and reward'.

In pratica per ottenere gli agognati potenziamenti è necessario a volte trattenere il grilletto e lasciar popolare pazientemente lo schermo, facendo comparire più nemici possibili in modo da completare la serie nei tempi concessi e portare a casa il risultato. A parte questo il resto del gioco è assolutamente canonico, dall'inizio agli scontri con i boss di fine livello, seguendo il canovaccio del più classico degli sparatutto spaziali. Non è necessariamente un male, ma dipende anche da quello che cercate, considerando che per il medesimo prezzo (trenta sacchi circa per l'edizione fisica) vi portate a casa SHMUP! Kai che, a parità di genere, offre una realizzazione più esaltante e una ventata d'aria fresca nelle vostre scorribande spaziali. Va però sottolineato che la versione digitale di Uchūsen Gamma è assolutamente gratuita, al contrario dell'esimio collega di cui sopra, e potete scaricarla e iniziare a giocarla adesso, appena finito di leggere questa recensione. Questione di gusti, insomma...

[Dan Hero]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il