A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Goliath Convinto sostenitore della pixel art e della massima semplicità nelle produzioni per le macchine attuali, Goliath non disdegna comunque i videogiochi propriamente moderni. Mastica un po' di tutto, dalle simulazioni sportive agli RPG, ma ha una predilezione mai sopita per l'azione dura e pura.

[nuRetro] Sony PlayStation 4
BlazBlue: Cross Tag Battle
PQube | Arc System Works
07 12 2019

Disponibile anche su:
[ Switch | Windows ]

I 'crossover' nei videogiochi diventano sempre più ambiziosi man mano che passa il tempo, ma BlazBlue: Cross Tag Battle si candida senza ombra di dubbio a essere uno dei più sostanziosi. Il picchiaduro a incontri di PQube e Arc System Works include infatti combattenti provenienti dalle serie BlazBlue (ovviamente...), Persona, Under Night In-Birth, Arcana Heart e RWBY. E non è tutto: la versione in prova è la 2.0 (frutto di un recente aggiornamento focalizzato sulla revisione del bilanciamento globale) in combinata con l'ultimissimo DLC pubblicato in Europa, che introduce tre lottatori prelevati dalle saghe Akatsuki Blitzkampf Ausf. Achse e Senran Kagura e sei personaggi per le serie già presenti, per un totale di nove nuovi picchiatori. BlazBlue: Cross Tag Battle non difetta quindi in quantità, ma questo non è per fortuna il suo unico punto di forza: l'enorme 'roster' (addirittura 53 personaggi) è spalleggiato da una struttura di gioco solidissima e da una realizzazione audiovisiva di prim'ordine, che fanno di questo picchiaduro uno dei migliori esponenti in assoluto del suo genere.

BlazBlue: Cross Tag Battle si fa notare principalmente per la sua immediatezza. Le combinazioni di direzioni e tasti richieste per l'esecuzione delle mosse speciali sono state infatti ridotte al minimo, ma ciò non vuol dire che l'azione sia banale. È semmai vero il contrario, dal momento che il gioco consente di sviluppare strategie avanzate decisamente interessanti grazie alla stratificazione delle meccaniche, all'elevatissimo ritmo generale degli scambi di colpi, al vasto repertorio di attacchi speciali e normali e, soprattutto, alle opzioni che la formula di combattimento in squadra (2 contro 2) apre tanto ai principianti quanto ai veterani. Gli scambi possono essere operati tanto nei frangenti che intercorrono tra un colpo e l'altro quanto 'al volo', o persino durante l'esecuzione delle mosse speciali, e le variabili che tale soluzione porta a considerare sono fonte di grande soddisfazione. Poter pensare unicamente al flusso di attacco & difesa senza doversi preoccupare di combinazioni di 'input' troppo complesse, del resto, non è assolutamente un fattore negativo: consente invece di concentrarsi sull'azione e di prendervi parte con meno filtri del solito, oltre a permettere anche agli esordienti di prendere le misure al gioco per poi passare gradualmente alle tattiche più articolate. Non è un mistero, d'altro canto, che i vari BlazBlue siano molto amati dai giocatori competitivi, come si può facilmente riscontrare giocando in rete con Cross Tag Battle. Anche rimanendo offline, a ogni modo, c'è di che divertirsi: la modalità principale è infatti costituita da due episodi (il secondo dei quali è contenuto nel DLC di cui sopra) che contemplano storie separate per le varie saghe e risultano avvincenti anche dal punto di vista narrativo, con tanto di immancabile doppiaggio professionale.

E veniamo alla già citata realizzazione tecnica, davvero brillantissima. Gli sprite sono disegnati e animati benissimo e beneficiano della varietà del 'roster', capace di garantire un 'character design' (e un parco mosse, tornando per un attimo alla giocabilità) di incredibile ampiezza. Si va dai classicissimi bei tenebrosi delle produzioni nipponiche di qualsiasi settore dell'intrattenimento alle ragazze più o meno provocanti, passando per vampiri, androidi, divinità, gatti antropomorfi (!), donne-scoiattolo (!!), carri armati (!!!) e chi più ne ha, più ne metta. Gli effetti speciali e i fondali non sono poi da meno, con i primi in particolare che riescono a impressionare in occasione dell'esecuzione delle tecniche più spettacolari. La componente sonora, infine, è ricchissima e presenta brani per tutti i personaggi, con una differenziazione stilistica che rispecchia appieno la provenienza dei lottatori da serie totalmente diverse. BlazBlue: Cross Tag Battle convince quindi sotto tutti i punti di vista ed è pienamente in grado di affrontare a testa alta gli altri grossi calibri del suo affollato e combattuto settore di competenza.

[Goliath]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il