A.Rea. 21 : retrogaming e videogiochi dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] e-m@il
Carica un articolo casuale!
Goliath Convinto sostenitore della pixel art e della massima semplicità nelle produzioni per le macchine attuali, Goliath non disdegna comunque i videogiochi propriamente moderni. Mastica un po' di tutto, dalle simulazioni sportive agli RPG, ma ha una predilezione mai sopita per l'azione dura e pura.

[nuRetro] Nintendo Switch
Shantae
WayForward
28 04 2021

Pubblicato troppo tardi per poter ricevere il riscontro commerciale che avrebbe meritato, Shantae per Game Boy Color (episodio inaugurale di una serie che continua a guadagnare premi e plausi a ogni nuovo capitolo) rimane a tutt'oggi uno dei titoli più impressionanti dal punto di vista tecnico tra quelli usciti sulla console portatile Nintendo. È anche piuttosto raro e costoso, però, ed è quindi un bene che WayForward abbia deciso di riproporlo su Switch, peraltro a un prezzo decisamente accessibile.

La prima avventura del mezzo-genio Shantae è incentrata principalmente sull'azione, ma non difetta di certo in termini di profondità. L'esplorazione degli scenari, i salti di piattaforma in piattaforma e gli scontri con gli avversari rappresentano il cuore pulsante dell'avventura, ma la possibilità di imparare ed eseguire mosse aggiuntive e le danze che consentono alla protagonista di trasformarsi in animali dotati di caratteristiche specifiche donano all'avventura uno spessore invidiabile. Si tratta peraltro di caratteristiche che gli sviluppatori hanno mantenuto in larga parte nelle uscite successive, a testimonianza della validità delle idee messe in campo in questo primo capitolo.

Gli animali ai quali s'è accennato poc'anzi, in particolare, sono stati sfruttati a meraviglia per regolare l'avanzamento negli scenari, dal momento che fungono da abilità necessarie per guadagnare l'accesso a luoghi apparentemente impossibili da raggiungere con le sole capacità di Shantae in forma umana (o meglio, per metà umana, visto che si tratta pur sempre di un mezzo-genio). L'eroina è comunque perfettamente in grado di cavarsela anche nelle situazioni di combattimento, oltre che in quelle di esplorazione, e gli scontri con gli avversari sono sempre ritmati e tesi al punto giusto. Il gioco vanta tra l'altro un ciclo giorno/notte che non si limita a mettere in mostra l'elevata caratura tecnica del gioco, ma dona agli avversari una forza maggiore al calar del sole e obbliga quindi a pianificare le peregrinazioni di Shantae con una certa cura. La notte, però, mette a disposizione del giocatore le lucciole da collezionare per ottenere un ulteriore potenziamento per la protagonista, a conferma del buon bilanciamento tra rischi e ricompense.

S'è poi detto in apertura dell'aspetto puramente tecnico di Shantae, che merita senz'altro applausi a scena aperta. Gli sprite sono grandi e dettagliati, le animazioni sono praticamente perfette, i fondali sono ben rifiniti, i colori sono accostati con cura e vengono cambiati al volo in caso di necessità, l'accompagnamento musicale è eccelso e, optando per l'emulazione in formato Game Boy Advance sul menu iniziale, si può godere di una luminosità complessiva superiore (nonché di una utile trasformazione aggiuntiva per Shantae). Complimenti a WayForward, in definitiva, per aver recuperato e riproposto un pezzetto della sua storia che ogni amante delle piattaforme e dell'esplorazione dovrebbe assolutamente provare.

[Goliath]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il