A.Rea. 21 : retrogaming e videogiochi dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] e-m@il
Carica un articolo casuale!
Dan Hero Alle soglie degli 'anta, Dan Hero resta un giovane vecchio con lo sguardo e il cuore immutabilmente fissi al passato. Da una decade circa ospite non gradito sulle pagine di TGM, snocciola mensilmente sermoni irremediabilmente noiosi riguardo quanto meravigliosi fossero i videogiochi dei bei tempi andati, coltivando nel contempo il sogno di fondare una software house nichilista e creare titoli nati vecchi che nessuno giocherà.

[nuRetro] ASCII MSX
SHMUP! Kai
Imanok | David Fernández
31 12 2020

Dev'esserci stato quell'intenso e assai poco fugace attimo di passione per l'animazione giapponese durante il concepimento di SHMUP! Kai da parte degli amici spagnoli di Imanok, con la sua coppia di astronavi lanciate a folle velocità in quei lunghi livelli a scorrimento verticale contro orde di alieni indiavolati. Perché la parola d'ordine è GATTAI, che però non ha nulla a che fare con felini vari: unione dunque, fusione, un po' come in Hyper Dyne Side Arms che, anni prima, con il suo slogan Zettai Gattai (fusione assoluta) sottolineava l'importanza di combattere assieme.

E difatti i due vascelli si lanciano all'attacco contemporaneamente sotto il controllo del giocatore, un elemento sulle prime un attimo straniante: si spara, certo, ma si può anche cambiare formazione al volo, affiancando o incolonnando le navi per concentrare il fuoco o coprire un'area più vasta. Poi, una volta presa la mano, tocca fare i conti con ondate d'attacco micidiali e ben orchestrate, capaci di tenere alte tensione e attenzione in egual misura mentre si decide in una frazione di secondo come gestire la geometria dell'ingombrante coppia di sprite consegnata da Imanok chiavi in mano.

È un livello di complessità intrigante che si incastra perfettamente con l'azione rapidissima e con una cura grafica degna di una macchina arcade, con tanto parallasse e tonnellate di sprite da obliterare. Non ci sono armi extra in SHMUP! Kai, però l'asso nella manica viene servito da apposite capsule che andranno accuratamente (mica facile, nel caos) raccolte da ciascuna delle due navi. Ognuna ne deve incamerare tre per fondere spirito e lamiere in un tostissimo caccia capace di vomitare un inarrestabile torrente di morte con cui mandare allo sfasciacarrozze anche i più voluminosi boss nel giro di pochi secondi: un momento di rivalsa assoluta mica da ridere, da gestire però con un pizzico di strategia dato che la fusione può essere mantenuta per un periodo limitato. Poi, una volta giunto al termine dello stage il gioco lancia l'ennesima palla curva, invertendo di 180 gradi lo scorrimento in una disperata fuga dal contrattacco nemico. Ecco, i livelli da affrontare al contrario sono stranianti sul serio, un meccanismo fresco e inaspettato che manda in corto circuito momentaneamente il cervello, specie perché i cattivi non fanno sconti e si presentano all'appuntamento in forze.

SHMUP aveva convinto un po' tutti conquistando un meritato terzo posto durante la competizione MSXdev'13, e in questa incarnazione commerciale raggiunge la sua maturità stilistica grazie a una presentazione audiovisiva stupefacente e a una discreta dose di originalità, merce rarissima in un genere - quello degli sparatutto 'classici' ante-danmaku - che pareva aver abbondantemente detto tutto. Con l'umile richiesta di avere almeno 16kB di RAM sotto al cofano (e con una grafica evoluta in caso di impiego di un MSX2), SHMUP! Kai è probabilmente il miglior gioco che io abbia giocato su MSX durante questo disastroso anno, e potete acquistarlo in formato digitale o fisico. L'importante è urlare GATTAI, sempre e comunque.

[Dan Hero]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Dragon Data | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il