A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Sega Game Gear
Out Run Europa
U.S. Gold | Probe | Sega
17 06 2012

Simeon Kurtz, agente segreto, ha un problema serio. Stava festeggiando il successo della sua ultima missione in un locale alla moda quando la sua Ferrari F40, contenente il materiale top secret per cui aveva appena rischiato la vita, viene fatta sparire, probabilmente rubata da qualche sicario specificamente incaricato. Essendo il cazzuto agente che è, il nostro Kurtz però non si dispera e decide di seguire la tracce della sua auto, a costo di attraversare l'intera Europa con ogni tipo di veicolo che la sorte e il Servizio Segreto gli mettono a disposizione.

Il che vuol dire, per esempio: un jetski per attraversare la Manica, una potente moto Yamaha, un veloce motoscafo e una Porsche, per tornare alla Ferrari nel gran finale. In tutto sette livelli di corse contro avversari che si rivelano piuttosto aggressivi, tanto da arrivare al conflitto a fuoco, ma anche piuttosto sparsi come presenza: una delle cose che colpisce in Out Run Europa è la scarsità di antagonisti lungo i tracciati. Ottima idea di base, insomma, ma alla fine esecuzione appena accettabile. La quadratura del cerchio, avvenuta in altre riprese della serie Out Run, qui viene difatti mancata e non di poco. La carenza di concorrenti di cui sopra, la scarsa fantasia con cui è stato pensato il track design e soprattutto una fluidità di movimento inaccettabile fanno di Out Run Europa una pallida derivazione di quell'Out Run che spopolava in sala giochi qualche tempo prima.

Il tutto viene confermato dalla bizzarra gestazione del gioco. U.S. Gold aveva già progettato per proprio conto un sequel del primo Out Run, dedicato alle console, ma era stata in qualche modo anticipata da Sega con il nuovo coin-op Turbo Out Run: di quest'ultimo, grazie alla associata Tiertex, la nostra softco aveva invece realizzato una conversione raccapricciante per Mega Drive. Non contenta, a distanza di qualche anno, U.S. Gold ci ripensa ancora, recupera Turbo Out Run, inserisce paesaggi leggermente più accettabili, cambia veicoli e produce Out Run Europa, stavolta per Master System. Del quale questa ulteriore versione per Game Gear (uff! E per non complicare la situazione non abbiamo citato Out Run 3D e Battle Out Run) è diretta discendente, con tutte le sue brave tare riportate all'interno di una produzione evidentemente poco attenta. Lo si nota (ed è il guaio definitivo) anche nella cattiva differenziazione dei veicoli, in teoria molto diversi tra loro ma praticamente identici come artritico comportamento. Alla fine, di quello che poteva essere un incrocio interessante tra Out Run e Road Rash resta poco: giusto la considerazione che di racer per Game Gear non ce ne sono poi molti.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il