A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

Atari Lynx
Robotron: 2084
Shadowsoft
09 10 2005

Corre l'anno 2084. Dopo decenni di ricerche ed esperimenti, l'uomo è finalmente riuscito ad avviare la produzione dei Robotron, macchine perfette realizzate allo scopo di aiutare il genere umano nei lavori più pericolosi e più difficili. Ma i Robotron, purtroppo, sono a tutti gli effetti superiori a coloro che li hanno creati, e la loro ferrea logica li porta rapidamente ad una raccapricciante conclusione, e cioè che gli umani sono imperfetti ed inefficienti, e quindi vanno eliminati. Soltanto una famiglia sopravvive all'eccidio, ed è compito di un eroe solitario (armato di una pistola laser e dotato di poteri straordinari) mantenere in vita l'ultimo gruppo di esseri umani rimasto sulla Terra. Ed è qui che entra in gioco l'utente di Robotron: 2084, chiamato a vestire i panni del sopraccennato eroe solitario in quella che è, senza mezzi termini, una perfetta conversione per Atari Lynx del popolarissimo coin-op lanciato da Williams nel 1982.

E proprio dal 1982, senza alcun aggiornamento e nessuna contaminazione, provengono per direttissima la grafica, il sonoro e lo schema di gioco di Robotron: 2084, semplicissimi e al tempo stesso esaltanti. Niente fronzoli stilistici, nessun tema musicale epico, nessuna complicazione: in Robotron: 2084 bisogna sparare a tutto ciò che si muove, evitare di essere eliminati e portare in salvo i membri della famiglia che si sta tentando di proteggere. Tutto qui, basta. Sta al ritmo di gioco elevatissimo, al notevole livello di sfida (tale da sfiorare in alcuni frangenti il puro sadismo), al caos costantemente rappresentato sul piccolo schermo del Lynx e all'ottimo adattamento dei controlli (che nel coin-op facevano affidamento su due joystick digitali) fare di Robotron: 2084 un'esperienza ludica in grado di dare assuefazione, e non agli orpelli superflui. Di quelli si può fare tranquillamente a meno, come sa benissimo qualsiasi appassionato di retrogaming...

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il