A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Acorn BBC Micro
Icarus
Mandarin Software | Julian Avis | Powerhouse Software
10 12 2017

La nave stellare Icarus sta precipitando verso il sole e l'unico modo per sottrarla al suo tragico destino consiste nel teletrasportarsi all'interno del vascello e disabilitare il computer che ha preso il controllo dei sistemi di bordo, attivando così l'intelligenza artificiale di emergenza. Sembrerebbe una missione da poco, se non fosse per un piccolo dettaglio: la Icarus trasporta dei droidi da guerra e il computer ribaldo di cui sopra li ha scatenati in giro per i 20 livelli che compongono la nave, programmandoli per aprire il fuoco su qualsiasi eventuale intruso. È una fortuna, quindi, che l'impresa possa essere affrontata contemporaneamente da due giocatori grazie all'eccellente modalità a schermo condiviso implementata dall'abilissimo Julian Avis.

Lo split-screen, a ogni modo, non è l'unica ragione di vanto di Icarus. Il gioco somiglia idealmente a Gauntlet, per certi versi, dal momento che è inquadrato dall'alto e prevede l'esplorazione degli scenari e l'abbattimento degli avversari, ma ne approfondisce in modo apprezzabile le meccaniche di base. Ci sono porte chiuse a chiave da spalancare dopo aver recuperato le relative tessere colorate, un po' come in Gauntlet, ma ci si trova ad avere a che fare anche con mine, campi di forza, ascensori e muri che possono essere spostati.

Gli eroi di Icarus, inoltre, sono in grado di potenziare le loro armi e corazze raccogliendo gli appositi bonus. Devono poi evitare di sparare all'impazzata (le loro armi richiedono del tempo per essere ricaricate!), possono aiutarsi a vicenda (un combattente può posizionarsi accanto a una porta che richiede una scheda colorata per consentire all'altro, sprovvisto di tale scheda, di passare) e devono sempre stare attenti a non colpire il compagno, visto che il gioco contempla il fuoco amico. Icarus è più articolato di quanto si possa inizialmente pensare, in breve, e ciò lo rende estremamente appassionante.

Programmato in tre mesi (seguiti da un periodo di test e rifiniture della stessa durata) da Julian Avis, in parte grazie al recupero di alcune routine dal suo precedente e popolarissimo Dunjunz, Icarus è più noto con il titolo con il quale apparve su Commodore 64, ZX Spectrum, Amiga e Atari ST, ovvero Captain Fizz Meets the Blaster-Trons. La versione BBC Micro è però la più giocabile del lotto e la più impressionante dal punto di vista tecnico, il che la rende più che meritevole di essere recuperata e rivisitata, possibilmente in coppia con un amico.

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il