A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

[nuRetro] Sony PlayStation 4
Iron Crypticle
Tikipod | Confused Pelican
12 07 2017

Disponibile anche su:
[ Xbox One | Windows ]

È senz'altro prematuro scegliere il proprio Gioco dell'Anno a luglio, ma per quanto mi riguarda potrei averlo già trovato. Ed è ovviamente questo qui, Iron Crypticle. Inutile girarci intorno: se si vuol realizzare un gioco moderno, ma in stile rétro, è così che va fatto. Punto e basta. Tutto, infatti, è praticamente perfetto in Iron Crypticle, al punto da scatenare un pizzico di invidia collaterale in chi, come il sottoscritto, vorrebbe scriver giochi, ma sa benissimo che non potrà mai e poi mai arrivare a questo livello, neanche avendo a disposizione cinque vite. Triste, ma vero. Ma in fin dei conti va bene così: il fatto stesso che un titolo così bello esista è già di per sé una benedizione, poterlo giocare in qualsiasi momento (senza dover per forza constatare ripetutamente la propria inadeguatezza) è comunque un dono.

Iron Crypticle è un gioco inquadrato dall'alto e ambientato all'interno di un gran numero di arene che si sviluppano su una singola schermata. Il giocatore controlla una guardia reale lanciata a testa bassa in una missione di recupero e salvataggio: da recuperare c'è un tesoro, da salvare c'è una principessa. I comandi si appoggiano a entrambe le leve del controller, una per il movimento e una per il fuoco. Gli avversari, chiaramente, affollano ogni livello e attaccano senza sosta la guardia reale, sciamando qua e là in innumerevoli varianti e facendosi da parte all'arrivo dei monumentali boss. È possibile colpire il suolo con un pugno per scatenare una letale onda d'urto, esibirsi in un breve quanto fulmineo scatto, utilizzare delle pergamene magiche per incrementare le chance di sopravvivenza dell'eroe, sfruttare delle armi speciali per un lasso di tempo crudelmente limitato, raccogliere delle rune per accedere a una schermata bonus, accumulare monete e, com'è d'obbligo in un arcade, incamerare bonus (ispirati a quelli di Bubble Bobble, a dispetto di una caratterizzazione grafica piuttosto cupa che richiama Gauntlet) in quantità. Le basi, quindi, sono quelle immortali di Robotron e Smash TV, come dichiarato dagli stessi sviluppatori, e scusate se è poco.

All'ossatura senza tempo delle sue fonti di ispirazione, però, Iron Crypticle aggiunge alcuni benvenuti arricchimenti. Tra un livello e l'altro, tanto per cominciare, è possibile scegliere il percorso da seguire. Molte stanze rivelano infatti più di un'uscita, una volta liberate dall'infestazione dei mostri, e una pratica mappa consente di pianificare il miglior percorso possibile. Ciò è importante perché la guardia reale non è del tutto sola nella sua missione; può invece contare sull'aiuto di un gatto (!) che vaga con la sua bottega all'interno del mondo di gioco, vendendo potenziamenti assolutamente fondamentali e irrinunciabili. C'è poi un altro tipo di stanza speciale, ovvero quella che ospita... un cabinato. Sì, un cabinato che - dietro adeguato pagamento, ci mancherebbe - fornisce l'accesso a uno spassoso minigioco di piattaforme a scorrimento orizzontale forzato.

C'è tanta carne al fuoco, insomma, ma è l'esecuzione a rendere Iron Crypticle un capolavoro totale-globale. E, molto probabilmente, il mio personalissimo Gioco dell'Anno, come detto in apertura. La grafica e il sonoro costituiscono un tutt'uno inseparabile con lo spirito del gioco, il sistema di controllo risponde con una solerzia e una precisione adorabili, ogni dettaglio (per quanto minuto possa essere) è impeccabile, la modalità in cui si affrontano ondate su ondate di avversari è un eccellente passatempo alternativo e il multiplayer locale per un massimo di quattro giocatori è un'autentica celebrazione del divertimento puro e del caos più sfrenato. Iron Crypticle è tutto questo, e molto altro. Difficile trovare di meglio, al momento, se si è alla ricerca di un'esperienza moderna rispettosamente e amorevolmente costruita sulle fondamenta di un passato glorioso.

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il