A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

SNK Neo Geo
Last Resort
SNK | Yoshio Shimizo | Mitsuo Kodama | Tatsuya Shinkai | Toshimi Tanaka | Khozoh Nagashima | Hajime Itou | Senaroh Hotta | Saori Etoh | Eri Koujitani
02 09 2015

Due soli tasti, una grafica pennellata in maniera certosina, una colonna sonora pulsante e un design d'alta scuola: tanto basta a Last Resort per conquistare l'appassionato di sparatutto a scorrimento orizzontale, a dispetto degli scomodi paragoni ai quali il gioco SNK è stato sottoposto all'epoca della sua uscita. Tacciato più volte di aver tratto sin troppa ispirazione da R-Type, infatti, Last Resort è in realtà un titolo profondamente diverso dal capolavoro di casa Irem. Ne riprende l'idea del pod, come mille altri sparatutto del resto, ma ha un carattere tutto suo che non si ferma all'ottima realizzazione audiovisiva.

Da quest'ultima, però, è difficile prescindere, tanto che non si può fare a meno di meravigliarsi del fatto che l'impeccabile programmazione derivi dall'impegno di una sola persona (nello specifico, Takefumi Yamamoto). La scelta dei colori, gli effetti speciali, i piccoli tocchi di classe come i piloti nemici che vengono espulsi dai loro velivoli in seguito all'abbattimento e l'accompagnamento musicale sono tra le colonne portanti di Last Resort, ma la giocabilità non è fortunatamente da meno. Bisogna venire a patti con un livello di difficoltà poco accomodante per apprezzare appieno il gioco e questo è fuor di dubbio (soprattutto se si mira a raggiungere il secondo finale...), ma la perseveranza ricompensa abbondantemente ogni sforzo.

Ondate interessanti e varie, boss tanto grandi quanto perfidi, livelli architettati con mano evidentemente accortissima, armi da utilizzare nel giusto modo per poter sperare di avanzare, controlli precisi e affilati e un ritmo godibilissimo rendono Last Resort ben più di un semplice prodotto ispirato a R-Type. C'è del cuore in Last Resort e non è affatto difficile capirlo, così come non è complicato rendersi conto della cura riposta in ogni singolo aspetto del gioco. Non manca infine la proverbiale ciliegina sulla torta, rappresentata in questo caso dalla modalità per due giocatori: i rallentamenti aumentano quando un compagno scende in campo, ma si tratta di un prezzo irrisorio da pagare quando l'esperienza che ne risulta è coinvolgente come quella offerta da Last Resort.

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il