A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Dan Hero Alle soglie degli 'anta, Dan Hero resta un giovane vecchio con lo sguardo e il cuore immutabilmente fissi al passato. Da una decade circa ospite non gradito sulle pagine di TGM, snocciola mensilmente sermoni irremediabilmente noiosi riguardo quanto meravigliosi fossero i videogiochi dei bei tempi andati, coltivando nel contempo il sogno di fondare una software house nichilista e creare titoli nati vecchi che nessuno giocherà.

NEC PC Engine CD
Gate of Thunder
Hudson Soft | Red | Syn Sound Design | Red Kaminarimon | Ninniki.Nin | Owa.Chan
09 09 2014

È dura vivere all'ombra di un genitore importante, ma a volte può succedere il contrario. Prendi Gate of Thunder, messo in un angolo ingiustamente dalla soave magnificenza del monumentale Lords of Thunder. Ci sta: Red si è superata con il suo capolavoro fantasy, tuttavia il più canonico predecessore merita comunque rispetto. Più canonico nell'aspetto, con il classico tema spaziale a base di astronavi, raggi laser, missili a ricerca ed enormi mostruosità meccaniche di fine livello, ma davvero impressionante nel 1992. Tanto che diventa uno dei titoli inclusi nella generosa confezione del TurboDuo, versione 'a stelle e strisce' del PC Engine Duo, e la stampa è unanime nelle celebrazioni.

Dopotutto Gate of Thunder fa benissimo quello che lo smanettone di allora voleva, ovvero portare a casa il feeling e la presentazione audiovisiva di un coin-op. Se dovessi riassumere l'azione con un solo aggettivo, questo sarebbe 'intensa': lo schermo è letteralmente invaso da nemici e proiettili mentre l'azione non ne vuole proprio sapere di rallentare, nemmeno se glielo chiedete per favore, facendogli notare che un simile quantitativo di sprite, assieme ai numerosi (normalmente quattro, ma variano a seconda del livello) livelli di parallasse, farebbe esplodere una qualsiasi altra console dell'epoca. In mezzo all'allegro caos blastatorio, la gestione dei power-up aggiunge un tocco di frenesia in più, rendendo una partita a Gate of Thunder un'esperienza paragonabile a un'iniezione di adrenalina pura.

L'astronave Hunting Dog ha tre sistemi d'arma, a loro volta potenziabili raccogliendo ulteriori icone corrispondenti al loro colore: il laser di base blu colpisce durissimo frontalmente e attraversa le pareti, lo sparo ad arco verde copre una vasta area mentre le granate rosse hanno un potenziale d'impatto altissimo, ma non ripuliscono lo schermo con la stessa efficacia delle altre due. È imperativo alternare i tre sistemi offensivi a seconda della situazione, facendo fronte alle continue minacce grazie anche agli orbitali orientabili - un indispensabile extra su cui mettere le mani, assieme ai fedeli missili a ricerca.

Ecco, gli orbitali vengono direzionati premendo rapidamente per due volte il pulsante di fuoco; una meccanica inusuale ma necessaria, vista la cronica carenza di tasti sul pad dell'Engine, considerando anche che il Select è adibito alla regolazione della velocità - un'opzione richiestissima negli sparatutto anni Novanta, come insegna Technosoft. Perché poi il paragone ci sta tutto: Gate of Thunder è un po' il Thunder Force del PC Engine, con lo stile, l'uso del colore e l'azione al punto giusto. Non durerà a lungo con i suoi sette livelli (sono arrivato al sesto con la prima partita, e non ci rigiocavo da anni) e altrettanti 'continue', senza contare l'abbondanza di vite extra e scudi difensivi che il gioco ama elargire, ma stiamo comunque parlando del punto debole dei giochi a gettone che tanto cerca di imitare. Con l'aggiunta che vi portate a casa una colonna sonora, se possibile, anche migliore di quella del successore spirituale di cui parlavamo all'inizio, decisamente più varia e disperatamente bisognosa di un impianto audio grosso e cattivo. Fidatevi, pochi sparatutto reggono l'onere del tempo che passa come Gate of Thunder, senza dover fare per forza i conti con un discendente tanto illustre; per molti, addirittura, basterà la splendida sequenza iniziale, una meraviglia dal sapore anime lunga quattro minuti circa.

[Dan Hero]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il