A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Atari 800
Zeppelin
Synapse | William Mataga
14 07 2014

La storia alla base di Zeppelin, diligentemente descritta sul retro della confezione, è una bizzarra miscela di Signori del Tempo, tecnologie basate sul vapore, civiltà per certi versi primitive e piani di vendetta. Dopo la fuga dalla prigione in cui è stato rinchiuso dai suddetti Signori del Tempo, in breve, il protagonista deve guidare il suo dirigibile verso il cuore del pianeta dei suoi avversari e stroncarne i piani di dominazione interplanetaria. Sembra quasi che i curiosi elementi citati in precedenza siano stati inseriti soltanto per dare un tocco di originalità a una storia trita e ritrita e si potrebbe temere, a questo punto, il ricorso a una struttura di gioco altrettanto prosaica, ma ogni timore è fortunatamente infondato: non per niente, del resto, il manuale riporta in prima pagina il nome di William Mataga, ovvero un'autentica garanzia di qualità.

Zeppelin è quanto di più distante possa esserci da uno sparatutto tradizionale: il dirigibile da manovrare tramite il joystick può effettivamente sparare (e per di più è in grado di farlo in otto direzioni) e di nemici da abbattere se ne incontrano in quantità, ma il cuore del gioco è l'esplorazione e gli oggetti da raccogliere e impiegare nel modo giusto chiariscono sin dalle prime schermate la vocazione avventurosa del titolo scritto da Mataga. Lo scorrimento automatico, da seguire con cura al fine di evitare le collisioni contro lo scenario, svela gradualmente un sistema di caverne sempre più complesso e intricato, nonché popolato da minacce di ogni genere. Le barriere, per esempio, possono rivelarsi un intralcio di notevole entità in caso di ritardi nella loro eliminazione, mentre le mongolfiere e i dirigibili avversari sembrano spuntare senza sosta da ogni angolo delle grotte. Sono i terremoti, comunque, a costituire la minaccia più insidiosa: i frammenti di roccia che piovono dal cielo non possono essere distrutti e vanno evitati con movimenti precisi e ben calcolati.

È la presenza di interruttori, chiavi e serrature, a ogni modo, a far compiere a Zeppelin un deciso salto in avanti rispetto agli sparatutto di stampo classico. Si tratta infatti di elementi che si trovano abitualmente nelle avventure arcade dell'epoca, e non nei giochi di questo genere, ma l'aspetto migliore della loro inclusione risiede nella perfetta integrazione con le sparatorie. Un pizzico dell'improbabilità della trama stampata sulla confezione, inoltre, sopravvive anche nel gioco: in nessun altro sparatutto bisogna raccogliere un hamburger e usarlo come esca per allontanare una mostruosa creatura dal suo posto di guardia, solitamente piazzato a difesa di interruttori di primaria importanza. La stessa articolazione, infine, si ritrova nell'obiettivo da conseguire: si tratta, in buona sostanza, della raccolta di una carica di TNT da installare nell'apposito detonatore posizionato alla fine della caverna di turno per poter passare alla successiva, ma la faccenda non è così banale. Prima dell'inserimento della carica bisogna sparare alla leva del marchingegno per sollevarla, dopodiché è possibile depositare l'esplosivo e colpire nuovamente il pistone per abbassarlo e innescare la deflagrazione. Piccoli dettagli che fanno la differenza, oggi come allora.

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il