A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

ASCII MSX2
Pac-Mania
Namcot | Namco
28 11 2006

Affidando la versione MSX del suo popolarissimo Pac-Mania a Grandslam e Teque, purtroppo, Namco non fece un buon affare, anche se ebbe modo di accorgersene soltanto quando ormai era troppo tardi. Gli sviluppatori britannici, infatti, si limitarono a confezionare un'altra delle numerose, pigrissime conversioni da Spectrum che affliggevano gli utenti MSX (e Amstrad...) dell'epoca, mandando nei negozi un prodotto che, partendo da un coin-op a dir poco coloratissimo, si rivelava una volta caricato completamente monocromatico (eccezion fatta per il giallo protagonista).

Fu per questo, probabilmente, che Namco decise di sporcarsi le mani in prima persona (attraverso la sua filiale per il settore domestico, fantasiosamente chiamata Namcot) al momento di convertire lo stesso Pac-Mania su MSX2, ovvero su una macchina dalle capacità nettamente superiori rispetto a quelle del primo MSX. Una macchina che, perlomeno in teoria, avrebbe potuto garantire una transizione quasi indolore dalla sala giochi al soggiorno di casa, tanto dal punto di vista audiovisivo quanto da quello del gameplay. Una macchina che, evidentemente, Namcot non sapeva ancora come sfruttare a fondo, visto e considerato che la versione MSX2 di Pac-Mania è sì assai colorata, nonché musicalmente gradevole, ma gira letteralmente in un francobollo. L'area di gioco, in effetti, sembra addirittura più piccola di quella (già piuttosto striminzita) utilizzata da Grandslam e Teque per la versione MSX, e non è tutto - lo scrolling, infatti, non è certo dei più fluidi e veloci, mentre le collisioni non brillano per precisione. I controlli, se non altro, funzionano sufficientemente bene, ma resta il fatto che, per quanto sia comunque divertente, la versione MSX2 di Pac-Mania restituisce l'impressione, oggi come allora, di una vera e propria occasione sprecata.

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il