A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

Nintendo Super NES
Manchester United Championship Soccer
Ocean | Krisalis
06 03 2006

Pubblicato nell'ormai remoto periodo d'oro dei Diavoli Rossi di Sir Alex Ferguson, Manchester United Championship Soccer è un gioco indubbiamente atipico sotto parecchi punti di vista. È atipico, tanto per cominciare, per via della visuale adottata, ovvero quella isometrica. Una visuale raramente associata ai giochi di calcio, principalmente perché immancabilmente portatrice di frequenti incomprensioni tra l'utente e il sistema di controllo, perlomeno nel corso delle prime partite. Problema che, invece, Manchester United Championship Soccer presenta in piccolissime dosi, un po' per via dell'intervento di diverse opzioni relative ai comandi, un po' perché in effetti gli input inviati dal giocatore vengono interpretati con la giusta rapidità e con una certa elasticità, il che permette di far scorrazzare i propri calciatori virtuali in maniera semplice ed efficace. La condivisibile scelta di Krisalis di optare per un posizionamento piuttosto remoto della telecamera, inoltre, garantisce la possibilità di vedere una grossa porzione del campo sullo schermo, a tutto vantaggio della pianificazione delle azioni e, di conseguenza, dell'aspetto tattico del gioco.

Aspetto tattico esaltato dal cosiddetto TactiGrid, ovvero un reticolato che consente di piazzare i giocatori esattamente dove si vuole, con precisione quasi millimetrica. Al momento di selezionare la rosa da mandare in campo, infatti, è possibile agire sul TactiGrid in questione modificando di fatto lo schema e la strategia che la squadra andrà a seguire, il tutto con un'accuratezza più unica che rara - e quindi atipica - per l'epoca. Certo, una volta scesi sul terreno di gioco c'è poco da ragionare, visto e considerato che tutto schizza via ad una velocità piuttosto elevata, ma già il fatto di trovare gli atleti più o meno dove li si è piazzati con il TactiGrid costituisce una gradevole sorpresa, mentre gli omini che corrono come forsennati su un campo tutto sommato carino e dettagliato danno al gioco un look da cartone animato che contrasta piacevolmente con il rigore delle sezioni organizzative. È chiaro che Manchester United Championship Soccer non vanta l'immediatezza di Sensible Soccer (per quanto siano buoni i comandi, la visuale isometrica non fornisce lo stesso approccio diretto all'azione di quella a volo d'uccello), né tantomeno la completezza di Goal! (o Dino Dini's Soccer che dir si voglia), ma ciò non toglie che sia un titolo decisamente valido, purtroppo sottovalutato al tempo dell'uscita e assolutamente meritevole di essere riscoperto e, ovviamente, giocato a fondo.

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il