A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Sega Game Gear
Crystal Warriors
Sega
24 01 2012

Il regno di Arliel era stato per secoli un posto pacifico, grazie a quattro cristalli magici che mantenevano in equilibrio le forze del bene e del male. Sfortunatamente, all'inizio della nostra storia, tre delle quattro pietre risultano sgraffignate dall'oscuro signore Grym, emulo di turno del tolkieniano Sauron o di chissà quale altro negromante. La quarta pietra è ancora nelle mani della principessa Iris, per fortuna, ma il Grym di cui sopra ha già assemblato un esercito di mostruosi seguaci e conta di chiudere in breve tempo la partita. Iris, comunque, non ha dormito sugli allori e ha messo insieme a sua volta un plotone composto da guerrieri e da stregoni di grande esperienza, pensando bene di colpire in contropiede e di riportarsi a casa i cristalli mancanti. E vabbè. Ma anche se la storiella vi sembra verosimile come la sceneggiatura di una fiction di Canale 5, non dovete lo stesso disperare. Il mondo di Crystal Warriors (fine 1991) è davvero vasto e pieno di cattivi da schiantare, cosa già di per sé sorprendente per un gioco dedicato al piccolo Game Gear, ma soprattutto ha il merito di essere proposto in modo convincente, senza sbavature e senza troppe ripetizioni. Tanto da portare Crystal Warriors, raro esempio di gioco di ruolo sviluppato apposta per il portatile Sega, ai vertici massimi del suo catalogo.

Tanto più che Crystal Warriors, ancora più a sorpresa, è uno strategy RPG, genere già poco masticato dalle console maggiori e praticamente sconosciuto al Game Gear, per sua natura votato a tutt'altra pappa. Il modello da perseguire era ovviamente quello di Shining Force (classico del Mega Drive, con una sua propria uscita anche sul Game Gear negli USA) e delle sue battaglie a turni e a scacchiera, ma nonostante un team di sviluppo ancora una volta interno a Sega, la clonazione completa è stata felicemente evitata. E anche se non fosse stata evitata, poco male, data l'eccellenza del riferimento. Il problema semmai è che questo raffinato piatto di nouvelle cuisine è stato poi dato in pasto a una platea abituata al massimo ai cheeseburger, col risultato di guadagnarsi una indifferenza pressoché totale, a parte qualche ottima recensione da parte della stampa più attenta. Non erano insomma ancora i tempi di Final Fantasy Tactics, sulla stessa linea di Crystal Warriors, ma rivelatosi uno dei maggiori successi del Game Boy Advance solo qualche anno dopo. Comunque sia possiamo ancora divertirci con una grafica pienamente all'altezza della situazione e spesso al di là degli standard, con un gameplay che mette in conto varianti strategiche che vanno p.es. dalla natura del terreno al tipo di magia utilizzata, con combattimenti complessi come una partita a scacchi, una colonna sonora ben congegnata e una longevità a tutta prova, aiutata da un battery back-up resistente al passare degli anni. Difficilmente attaccabile già in assoluto, Crystal Warriors diventa insomma qualcosa di imprescindibile se si considera nell'ambito del Game Gear: quasi un motivo già di per sé sufficiente per ripescarne uno e rimetterlo in sesto.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il