A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Sega Game Gear
The GG Shinobi II: The Silent Fury
Sega
27 10 2011

Se la versione originale di Shinobi era stata la prima cosa valida ad apparire sul Game Gear, questo sequel dell'anno dopo (1992) non delude, o almeno non lo fa più di tanto. Gli stessi schemi vengono infatti riproposti, proprio come i fan del portatile Sega si aspettavano, ma alla faccia di qualche giusto progresso vengono riproposti anche gli stessi difetti. E questa è una piccola aggravante e, appunto, una delusione per qualsiasi sequel che si rispetti.

Come prima il protagonista dell'avventura è Joe Mushashi, guerriero ninja e vera icona di Sega, e come prima l'idea di base è quella di affrontare i cinque livelli presenti (classicamente bidimensionali e inquadrati di lato, e in sequenza libera come progressione per quanto riguarda i primi quattro) colpendo o affettando i cattivi che fanno la guardia ad alcune non meglio precisate pietre magiche. Senza troppe sorprese, quindi, si arriva saltando e battagliando fino alla fine del livello, si affronta il boss di turno e una volta passato il combattimento finale si conquista l'agognato cristallo che libererà uno dei ninja sequestrati. Questo è forse l'elemento di originalità di tutto il pacchetto, in quanto da questo momento in poi il collega in armi potrà intervenire, alla bisogna, per proseguire il lavoro del nostro Joe. Non è un fatto da poco per riuscire nell'impresa, in quanto ogni nuovo ninja ha le sue armi e le sue proprie caratteristiche, che dovranno essere utilizzate in specifiche fasi per tirarsi fuori dai guai.

Visivamente The GG Shinobi II non si distacca più di tanto dagli standard del predecessore, ma ha dalla sua un anno di esperienza in più per i programmatori Sega e per le librerie grafiche del Game Gear: maggiore dettaglio generale, quindi, e anche qualche nuovo effetto speciale a condire un quadro complessivo al di sopra della media degli 8 bit, Master System incluso. Colonna sonora esemplare, pure, a cura di uno Yuzo Koshiro al massimo della forma (siamo ai vertici assoluti del settore, quindi) e reduce dai fasti dello Shinobi primigenio e di Strets of Rage. Gameplay-wise il gioco non cambia nemmeno molto, a parte un paio di nuovi attacchi speciali, col tradizionale ritmo elevato a base di combattimenti, acrobazie e ricerca di bonus che caratterizza tutti gli episodi di Shinobi. L'unico progresso davvero consistente deve essere individuato nella presenza di un sistema di salvataggio con password che se da un lato permette la ripetizione dei livelli e un'esplorazione più approfondita, dall'altro determina un approccio tranquillo a un gioco che già di per sé conferma la scarsa longevità del prequel. A parte questa mancanza forse fatale, un piccolo classico che merita di essere messo sullo stesso piano degli Shinobi per Mega Drive.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il