A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Nintendo NES
Gauntlet
Tengen
07 06 2012

A dispetto della perfetta omonimia con il coin-op d'origine, la versione NES di Gauntlet non è in realtà una conversione dalla macchina da bar in questione. Si tratta, invece, di un titolo a sé stante, basato sì sul gioco da sala, ma realizzato appositamente per il NES e dotato di una sua trama specifica. È quindi di un adattamento che si parla, in buona sostanza, ma alcuni elementi di Gauntlet per NES sono in effetti condivisi con le più tradizionali conversioni scritte da altri sviluppatori per le macchine a 8 bit dell'epoca. Il numero massimo dei giocatori abilitati a scendere in campo, per esempio, si ferma a due (laddove il coin-op brillava per la sua modalità multiplayer per quattro partecipanti), mentre il sonoro deve rinunciare ai campionamenti che fornivano aiuti e indicazioni in sala giochi. Nonostante tali limitazioni, però, Gauntlet offre sul NES una prestazione decisamente degna di nota.

Neanche un briciolo della rapidità e della frenesia dell'azione, tanto per cominciare, è andato perso nella transizione dal coin-op alla console a 8 bit targata Nintendo. I personaggi si muovono velocemente, i controlli rispondono con la dovuta sollecitudine, gli avversari sono presenti in gran numero e beneficiano di una buona varietà e il ritmo, di conseguenza, sale di livello in livello. Proprio i livelli, tra l'altro, costituiscono un'ottima freccia all'arco di Gauntlet per NES: ce ne sono cento, tutti ben disegnati e intricati al punto giusto, nonché suddivisi in cinque diverse ambientazioni (ciascuna delle quali appare opportunamente caratterizzata dal punto di vista cromatico). I classici scenari che mescolano esplorazione e combattimento, inoltre, sono inframmezzati da stanze totalmente dedicate alla ricerca dei tesori e da altre che, se completate in maniera corretta, concorrono all'apertura dell'ultimo livello.

La giocabilità, in breve, rispetta in pieno i canoni della saga, il che non è poco: l'edizione NES di Gauntlet è immediata, soddisfacente, divertente e longeva e si permette anche il lusso di aggiungere qualcosa alla formula di base del coin-op. I personaggi, per esempio, possono migliorare le loro abilità raccogliendo l'oro e le pozioni reperibili in giro per i livelli e sono anche in grado di spingere alcuni muri per creare percorsi alternativi. Tali novità si integrano alla perfezione con le meccaniche già collaudate con successo nel gioco da bar e sono egregiamente assistite da una grafica semplice, ma gradevole, e da una sezione audio che rimedia all'assenza dei campionamenti vocali con l'inserimento di un tema musicale di sottofondo e l'impiego di effetti sonori simili a quelli utilizzati dalla macchina da sala. La versione NES di Gauntlet, in definitiva, non sarà probabilmente ricordata e celebrata negli anni a venire come quella da bar, ma assolve al suo compito con efficacia e merita per questo la giusta considerazione.

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il