A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

Mattel Intellivision
Venture
Coleco
30 03 2014

Tratto dall'omonimo coin-op prodotto da Exidy nel 1981, Venture in versione Intellivision è un piccolo, ma scintillante gioiello che è ancor oggi in grado di dire la sua. Pur non ricorrendo a una meccanica di base particolarmente articolata, infatti, Venture riesce a brillare in virtù di un'immediatezza davvero encomiabile e ha anche il pregio - niente affatto trascurabile - di portare sugli scudi la console Mattel, solitamente indicata come poco incline alle conversioni da coin-op.

Venture è un gioco di esplorazione e ricerca di tesori inquadrato dall'alto ed è diviso sostanzialmente in due diverse sezioni per ciascuna delle sue tre ambientazioni. La prima è una mappa dello scenario, all'interno della quale è possibile muoversi per entrare in una delle quattro stanze (un numero che rimane sempre lo stesso per tutte le ambientazioni) che compongono la località attuale. I corridoi che collegano le camere del tesoro sono pattugliati da mostri che non possono essere abbattuti e vanno quindi evitati con cura, ma una volta varcata una porta le cose cambiano rapidamente.

L'inquadratura rimane la stessa anche in seguito all'ingresso in una stanza, ma è notevolmente più ravvicinata rispetto a quella impiegata sulla mappa e consente di apprezzare appieno la buona fattura della grafica. Il personaggio principale è una buffa faccina sorridente e i suoi avversari coprono più o meno tutto lo spettro dei classici mostri di stampo fantasy, ma è l'azione a svolgere il ruolo della vera protagonista. Nelle camere, infatti, l'eroe può sparare con il suo arco al fine di liberarsi dei nemici e raggiungere il tesoro del caso, ma l'impresa è più facile da descrivere che da portare a termine.

Ogni avversario è caratterizzato da un comportamento specifico e, come se ciò non bastasse, una volta eliminato non può essere toccato prima della completa decomposizione della sua carcassa, letale fino al momento della sparizione. Il giocatore non può quindi limitarsi a evitare i mostri, capirne il comportamento e abbatterli, ma deve fare attenzione anche a schivarne i resti mentre continua a far piazza pulita degli oppositori. Il ritmo di gioco è di conseguenza piuttosto elevato, a patto di non scegliere il più basso tra i quattro livelli di difficoltà disponibili, e viene ulteriormente innalzato dalle sorprese che alcune stanze celano. Muri mobili e mostri che appaiono all'improvviso dopo la raccolta del tesoro possono rivelarsi più pericolosi del previsto, mentre gli avversari extra che entrano nelle camere in caso di permanenza troppo prolungata aggiungono altro pepe agli eventi.

La versione Intellivision di Venture, infine, può vantare l'indubbio onore di essere la migliore tra quelle realizzate per il mercato domestico. Della gradevolissima grafica s'è già parlato in precedenza, ma è d'obbligo ricordare che il sonoro non è da meno e accompagna con brio l'azione. Ancor più soddisfacente dell'aspetto audiovisivo, a ben vedere, è il sistema di controllo: è solido, reattivo, preciso e non presta mai il fianco ad alcuna critica, contrariamente a quanto accade spesso e volentieri sull'Intellivision.

L'appetibilità sul lungo termine è praticamente l'unico difetto di Venture, dato che le dodici stanze si ripetono senza troppe variazioni dopo esser state completate per la prima volta. Questo è però un retaggio delle origini 'da sala' dell'avventura e non può essere imputato alla versione Intellivision, che svolge con ammirevole efficacia il suo compito di riprodurre nel modo più fedele possibile il coin-op e intrattiene magnificamente, a dispetto della sua varietà relativamente ridotta.

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il