A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

ASCII MSX
Nemesis 3 - The Eve of Destruction
Konami
25 11 2006

Un inedito sistema di selezione dell'astronave preferita (da scegliere tra le quattro disponibili, ciascuna con un proprio tipo d'armamento), una struttura dei livelli con una bizzarra novità (ovvero due stage in perenne loop, a meno che non si riesca a trovare il modo di uscirne...) e una realizzazione audiovisiva senza pari nell'ambito della serie Nemesis su MSX: possono essere, questi, degli elementi sufficienti a rendere Nemesis 3 un titolo degno dei suoi predecessori, e non un semplice aggiornamento di una formula ormai collaudata? Beh, sì e no...

Sì, perché in fin dei conti le novità introdotte da Konami sono tutt'altro che secondarie, e vanno ad influire in un certo qual modo sul gameplay e sulla gradevolezza del gioco. La possibilità di utilizzare navette diverse, infatti, si riflette nella disponibilità di sistemi offensivi altrettanto diversi, e quindi in grado di fornire a qualsiasi utente almeno un tipo di d'armamento in sintonia con il suo stile di gioco. Gli stage in loop, da parte loro, possono risultare inizialmente fastidiosi, ma la necessità di trovare una via d'uscita aggiunge una piccola dimensione esplorativa alla classica azione da sparatutto a scorrimento orizzontale, il che non può che essere positivo. Le migliorie a livello di grafica e sonoro, infine, non fanno mai male, e questo dovrebbe essere abbastanza scontato.

Il problema, semmai, sta nelle incertezze del sistema di controllo, non sempre impeccabile in quanto a precisione e soprattutto a reattività. Nemesis 3 rimane perfettamente fruibile nonostante queste piccole sbavature, sia ben chiaro, ma sconfessa in un certo senso la tradizione della serie, fatta sì di spettacolarità e meccaniche solide, ma anche di controlli inappuntabili. È anche vero che dalla vita, si sa, non si può avere tutto, per cui... chi si accontenta gode (e olé, vai di proverbi...).

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il