A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Acorn BBC Micro
E-Type
The Fourth Dimension | Gordon J. Key
14 09 2013

Avete mai pensato a un ipotetico equivalente nostrano delle scorribande in Ferrari di Out Run? Probabilmente no, ma gli sviluppatori inglesi degli anni 80 avevano un debole per le reintepretazioni dei coin-op di maggior successo, in particolare sulle macchine Acorn. E-Type, quindi, rappresenta quel che il programmatore britannico medio dell'epoca avrebbe probabilmente descritto alla richiesta di trasportare Out Run in Inghilterra: montagne sullo sfondo, strade dissestate, traffico angosciante e indisciplinato, poliziotti nella tipica divisa d'ordinanza e una fiammante Jaguar E da guidare a tutta velocità verso l'orizzonte.

E-Type riprende in pieno la struttura di Out Run, con un timer che corre inesorabilmente verso la fine del tempo a disposizione per godersi il viaggio e una lunga serie di strade che si snodano attraverso diversi scenari, tutti tipicamente britannici. Opta però per scelte totalmente diverse in materia di ripristino del suddetto timer e di guida vera e propria. Nel primo caso, curiosamente, l'ottenimento dei preziosi secondi aggiuntivi passa principalmente per l'investimento dei poliziotti che segnalano i lavori in corso, frequenti e facilmente individuabili grazie agli apposti cartelli. Per quanto riguarda il controllo della vettura, invece, E-Type propone un cambio manuale sequenziale a cinque marce da manovrare tramite due tasti, tra l'altro ridefinibili (come tutti gli altri, così da permettere al giocatore di scegliere la disposizione preferita).

A dispetto di queste piccole differenze, comunque, E-Type offre quanto di più vicino possa esserci all'esperienza fornita da Out Run, perlomeno sul BBC. Lo scorrimento è fluido, la sensazione di velocità è tutt'altro che trascurabile, i comandi rispondono con una certa solerzia, gli elementi posti ai lati del tracciato e i fondali aggiungono spessore e profondità alla grafica, le autovetture sono disegnate con gusto e i tocchi di classe, come gli occupanti della Jaguar E che saltano sui sedili in caso di urto, arricchiscono ulteriormente il pacchetto. L'aspetto tecnico sorprende al punto da far dubitare di trovarsi di fronte a un BBC in configurazione base; i colori e l'audio fanno tornare subito con i piedi per terra, a dire il vero, ma ciò non toglie che E-Type sia in grado di far mostrare al computer Acorn una muscolatura quasi insospettabile.

Gordon J. Key (riciclatosi con successo come antiquario dopo aver abbandonato il mercato dei videogiochi), d'altro canto, era un virtuoso del BBC e sapeva come mettere in piedi un impianto audiovisivo e un sistema di controllo di prim'ordine. A quanto pare, però, era anche un fiero sostenitore della giocabilità essenziale e priva di fronzoli: ancor oggi, infatti, E-Type sa intrattenere e divertire senza apparente sforzo, garantendo il semplice piacere del viaggio e richiedendo al tempo stesso buoni riflessi e un colpo d'occhio quantomeno decente. E-Type, in breve, va ben al di là della sua apparente natura di scostumato clone e sfoggia una dignità tutta sua, il che gli ha consentito di conservare il suo fascino in barba al passaggio dei decenni.

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il