A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Sega Master System
World Cup Italia '90
Sega | Virgin Mastertronic | Olivetti
03 07 2010

I giapponesi hanno avuto, perlomeno in passato, strane idee in merito alle simulazioni calcistiche: ne hanno esaltato la spettacolarità con situazioni talvolta assai improbabili, ne hanno calpestato o piegato le regole e le hanno spesso adattate in maniera imprevedibile alle peculiarità dei sistemi sui quali hanno realizzato i loro giochi di calcio, salvo poi ravvedersi in tempi più recenti (peraltro con ottimi risultati). Da un team di sviluppo nipponico, quindi, sarebbe stato più che lecito attendersi un gioco come questo World Cup Italia '90, in cui le squadre non sono composte da undici uomini (ci si ferma invece a otto, probabilmente per non stressare più del dovuto il povero Master System) e in cui, inspiegabilmente, vengono dimenticati con incredibile nonchalance elementi tutt'altro che secondari come falli, punizioni, ammonizioni ed espulsioni. Ma World Cup Italia '90 non è un gioco giapponese, il che ne rende (se possibile) ancor più insopportabili le carenze. E in fin dei conti, anche se fosse stato prodotto nella Terra del Sol Levante, World Cup Italia '90 rimarrebbe comunque una vera schifezza, senza mezzi termini.

Colpa, oltre a quanto già esposto, di un campo minuscolo, di una grafica che a dispetto di un livello di dettaglio infimo riesce comunque a sfarfallare, di un sistema di controllo tanto elementare quanto inaffidabile, di una procedura di cambio dei giocatori comandati dall'utente a dir poco isterica, di un comparto sonoro irritante come pochi altri e, in definitiva, di una somiglianza con lo sport reale prossima allo zero. Il Master System non ha avuto grande fortuna con le simulazioni calcistiche, questo è vero, ma World Cup Italia '90 va ben oltre le vette di atrocità toccate da buona parte della concorrenza sulla console a 8 bit di casa Sega. Evitatelo come evitereste la nazionale di calcio olandese se vi doveste trovare negli scomodi panni dell'allenatore della rappresentativa della Nuova Caledonia.

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il