A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Sinclair ZX Spectrum
Sim City
Infogrames | Maxis | Probe
14 04 2007

Esistono i miracoli? La maggior parte delle persone risponderebbe a questa domanda con un secco no. Ma c'è miracolo e miracolo, e non sempre questa parola indica un intervento divino o qualcosa di simile. Non c'è dubbio, ad esempio, che la versione Spectrum di Sim City abbia un che di miracoloso, come potranno confermare tutti coloro che negli anni 80 si trastullavano col plasticoso 8 bit di sir Clive Sinclair.

E se parlare di miracolo vi sembra eccessivo, forse dovreste fermarvi per un attimo a ragionare sui freddi numeri e sui nudi fatti di questa conversione. Perché con Sim City, incredibile ma vero, gli uomini di Probe riuscirono nell'improbo (err...) compito di stipare in soli quarantotto kilobyte di memoria un'intera città, con tutte le sue problematiche e i relativi strumenti di gestione delle emergenze e delle faccende di ordinaria amministrazione. Stiamo parlando, tra l'altro, di una città che era possibile creare da zero, plasmandola a piacimento e scegliendo la distribuzione delle zone commerciali, di quelle industriali e di quelle residenziali, senza contare tutti gli interventi eseguibili sulla viabilità, sui trasporti di altro tipo, sulle fonti energetiche e via dicendo. Anche sullo Spectrum, insomma, Sim City conservava tutte le caratteristiche rivoluzionarie che avevano reso celebri le versioni a 16 bit. C'erano meno colori, il tutto era un po' più lento e qualche opzione si era persa per strada, è vero, ma l'idea era intatta. E, forse proprio per via della sfida rappresentata dalle limitate capacità dello Spectrum, ancora più affascinante.

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il