A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Sega Mega Drive
Cool Spot
Virgin
26 07 2009

Cool Spot, chiamato così perché in realtà è un disco rosso con occhiali da sole da fico (a parte rappresentare il logo della 7 Up, bevanda molto più diffusa negli States che da noi), ha di recente scoperto che tutti i suoi amici sono scomparsi, non per improvvisa chiamata alle armi o per influenza suina, ma perché sono stati rapiti e ora si ritrovano segregati in posti difficili da trovare e pattugliati da creature nemiche dei dischi rossi! Cool Spot viaggia quindi per cantine, spiagge e porticcioli californiani alla ricerca dei suoi improbabili compagni di bevute, il che comporta ovviamente perlustrazioni e acrobazie attraverso livelli ricchi di piattaforme e baratri, alla contemporanea conquista dei punti bonus necessari per aprire le gabbie anti-disco.

E insomma, tutto questo non denota esattamente il più originale dei platform esistenti al mondo, a parte le aggravanti del nonsense della storia e della convenzionalità del gameplay (come spesso succede quando si tratta di roba made in Dave Perry), ma il prodotto finale è comunque di prima scelta grazie alla pulizia degli scenari e alla ricca animazione del nostro 'red dot' con gambe e braccia annesse. Tant'è vero che ai suoi tempi (estate '93) il rosso tipo da spiaggia riuscì a conquistare le classifiche di vendita da tutte e due le parti dell'Atlantico, fino a guadagnarsi la reputazione di star suprema (reputazione purtroppo sgonfiatasi al momento del sequel). David Perry, alla sua seconda prova su Mega Drive e ancora dipendente da Virgin per distribuzione e marketing, corregge il tiro rispetto a Global Gladiators (più livelli - undici con in aggiunta gli ottimi bonus stage - e due gradi di difficoltà, di cui uno tosto come una pietra), ma rinuncia alla modalità per due giocatori e sposta il gameplay ancora più sul versante platform. Il nucleo della futura Shiny Entertainment non si è mai distinto per la creatività delle scelte e tanto meno poteva farlo in fondo in questo caso, con una doppia trazione (7 Up e Virgin) a dettare il carattere commerciale della produzione. Cool Spot quindi è quello che è, senza scampo, ma con le sue qualità: una rappresentazione perfetta dei platform di allora, spettacolare al massimo possibile dell'epoca nel suo 2D, impeccabile nei comandi, con un ottimo sonoro e con una bella sfida da affrontare. Alla fine, un prodotto simile a un album di musica pop: niente di nuovo da scoprire, ma qualcosa da masticare e rimasticare ad (rapida) nauseam.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il