A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

Atari Lynx
Xenophobe
Atari | Gil Colgate
31 12 2006

Caotico e fracassone quanto bastava per fare breccia nei cuori dei videogiocatori di fine anni '80, Xenophobe fu indubbiamente un gran successo in sala giochi, anche grazie al peculiare cabinato che consentiva a tre utenti di cimentarsi nell'avventura in contemporanea. Sul Lynx, però, Xenophobe arrivò molto tardi, ovvero nel 1990, quando l'entusiasmo suscitato dall'originale da sala (prodotto da Bally Midway) si era ormai spento da un bel pezzo. Il ritardo accumulato, ad ogni modo, non intralciò più di tanto l'impatto del gioco sul mercato, un po' perché i possessori di Lynx avevano disperatamente bisogno di nuovi titoli (e quindi avrebbero comprato praticamente qualsiasi cosa, persino un simulatore di paperella da vasca da bagno), e un po' perché Xenophobe sul Lynx era effettivamente un gran prodotto.

La transizione dalla sala giochi alla console portatile di Atari era stata condotta in maniera magistrale, non solo da un punto di vista tecnico (grafica e sonoro erano molto simili a quelli del coin-op), ma anche e soprattutto da quello del gameplay. Oltre a replicare alla perfezione le meccaniche di gioco dell'originale da sala, infatti, la versione Lynx di Xenophobe poteva vantare diverse caratteristiche esclusive, come le nuove modalità multiplayer (accomodanti tra l'altro quattro utenti, in luogo degli originari tre), un sistema di controllo rivisto e corretto e diversi equipaggiamenti inediti realizzati appositamente per la versione portatile. Va anche detto che Xenophobe, alla lunga, poteva risultare ripetitivo, ma la sua immediatezza e la sua semplicità lo rendevano perfetto per una fruizione mordi-e-fuggi, ovvero l'ideale per un titolo per console portatile.

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il