A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

Atari ST
International Karate
System 3 | Andromeda | Mark Cale
30 12 2006

Orfano del tocco miracoloso di Archer Maclean e diretto da un Mark Cale che, in qualità di boss di System 3, era probabilmente più intento a sfruttare l'effetto novità del 16 bit Atari per fare un po' di soldi che non a tentare di realizzare un capolavoro, International Karate per ST si rivelò decisamente inferiore alle versioni originali a 8 bit, pur restando comunque un titolo discreto. E con questo si potrebbe anche chiudere la faccenda, liquidando il tutto con un semplice "Carino, ma per certi versi deludente". E invece non si può...

La versione ST di International Karate, infatti, merita di essere esaminata principalmente per aver fornito i primi indizi di quello che, anni dopo, sarebbe diventato un trend dominante, ovvero quello della tecnica al di sopra del gameplay. Questo perché, approfittando della potenza dell'ST, System 3 pensò bene di arricchire notevolmente il gioco dal punto di vista audiovisivo (sfondi coloratissimi e presenti in gran numero, sprite piuttosto grandi, animazioni ben fatte e abbastanza varie, un tema musicale riarrangiato), 'dimenticando' però di avere un occhio di riguardo per la giocabilità. Fu così che, per fare spazio alla grafica, l'intelligenza artificiale fu messa in secondo piano, il che si risolse in un gioco molto semplicistico, neanche lontanamente paragonabile al complesso omonimo a 8 bit. Per tentare di mascherare la magagna, inoltre, System 3 incrementò leggermente il ritmo degli scontri, perdendo di fatto quell'aspetto tattico e ragionato che fece la fortuna di International Karate sulla generazione precedente di home computer. Su ST, invece, il frutto del genio di Archer Maclean finì per diventare un picchiaduro qualunque, pur sempre divertente, ma comunque privo della magia delle versioni curate dal designer britannico. Carino sì, insomma, ma anche molto, molto deludente...

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il