A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Nintendo Super NES
Cliffhanger
Sony
09 02 2008

Cliffhanger è divertente, ma per ragioni tutte sbagliate. Partorito da una performance cinematografica di uno Stallone ancora non bolso, Cliffhanger avrebbe potuto sfruttare un tema inconsueto come quello del free climbing alpino ed esplorare così un territorio che i videogame avevano sempre evitato di affrontare. Invece, senza troppe sorprese, il corpo centrale del gioco è il solito bet'em up a scorrimento, utilizzato spesso in caso di licenze da film. Il punto è che se il genere aveva dato alla luce nel corso degli anni dei fulgidi esemplari di cadavere ludico (con le dovute eccezioni come Final Fight e Streets of Rage), raramente si era comunque vista in giro una salma mummificata come questa. Le animazioni sono degne di un cartoon anni trenta, i nemici saltano fuori in ondate tutte molto simili e lente, la varietà di mosse di attacco e difesa era ridicola già ai tempi: il tutto, oggi come oggi, non può che lasciare a bocca aperta ed esilarato anche il meno scafato dei giocatori.

Ci vengono concessi anche dei momenti alternativi, in realtà, ma variano dall'orribilmente facile (le scalate) all'impossibile (la fuga dalle valanghe). Il contorno grafico è elementare, ma in fondo la neve non è mai stata la cosa visivamente più eccitante al mondo. Della colonna sonora non c'è molto da dire o da ricordare. La confezione esterna vi invita a sperimentare delle nuove forme di gameplay selvaggio, anche se evita di dire che Cliffhanger è l'ultimo posto dove andarsele a cercare, a meno di non essere degli ammiratori irrefrenabili del Sylvester. Un titolo di secondo ordine, insomma, un'occasione mancata in pieno che testimonia la faciloneria con cui agiva il marketing Sony ancora poco prima dell'era PlayStation.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il