A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Sega Mega Drive
Skitchin'
Electronic Arts | Dave Warfield | Dave Ralston
11 11 2008

Sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, i tipi di Electronic Arts, vero? Questo Skitchin', per esempio, è un gioco di corse illegali in cui si possono mazzolare a sangue i propri competitor (Berlusca docet), si può schizzare contromano evitando frontali, farsi beffe delle pattuglie della polizia e alla fine guadagnare più grana possibile per comprarsi altra attrezzatura. Tutti lì a dire: ma questo è il buon vecchio Road Rash! Ma scusate, come fa ad essere Road Rash se qui si corre sui Rollerblade. Eh sì, in Skitchin' la differenza la fanno i pattini al posto delle moto da corsa. Un po' poco per poter parlare di innovazione, a dire la verità, e lasciamo perdere il brivido della velocità, apparentemente perso per sempre. Ma per quanto riguarda la modifica e la diversa qualità del gameplay, è un altro paio di braghe. E forse: non è che per una volta hanno avuto ragione a tentare la carta del remake, alla Electronic Arts?

Skitchin' è un titolo che, liquidato ai tempi con grande sufficienza, è stato poi in grado di guadagnarsi una fetta di fan che lo considera come uno fra gli eletti del catalogo Megadrive, o perlomeno un esempio di titolo alternativo in mezzo ai tanti racer megadriviani. Senza andare a scomodare Sport Extreme (PSone) o pronipoti ancora più innovativi (Jet Set Radio su Dreamcast), Skitchin' in effetti riusciva ad introdurre un ulteriore sassolino all'interno di un meccanismo di gioco già abbastanza diverso dal solito. Sembrerebbe poco, ma alla fine il baricentro del gameplay si sposta, e non di poco. Qui la chiave di volta infatti non è più tanto nel controllo delle moto ad alta velocità, quanto nella capacità di utilizzare lo specchietto retrovisore (che a questo punto dovrebbe essere fissato sul vostro cappellino, oppure chissà dove) per sfruttare a proprio vantaggio il flusso del traffico. Il trucco fondamentale consiste nell'afferrare, con buona scelta di tempo, i paraurti delle auto che sopraggiungono, per poi farvi scorrazzare il più a lungo possibile, filando impuniti in mezzo al traffico delle highway americane.

Facile non è: prima di tutto perché l'agganciare e il restarsene agganciati è già di per sé abbastanza complicato, e poi perché un altro paio di fattori (la necessità di eseguire figure acrobatiche più o meno pericolose e il comportamento imprevedibile degli altri undici concorrenti, che possono anche lasciarvi stare, ma superarvi comunque come punteggio) finiscono per aggiungere profondità al tutto. E così un giochillo apparentemente decerebrato si rivela un racer tattico con una personalità tutta sua, capace di attrarre l'attenzione, almeno saltuaria, per anni interi. Tanto più che a suo favore giocano un motore grafico più sofisticato di quello di Road Rash 2, con uno scaling più plausibile e una parziale digitalizzazione, e un sonoro piacevole, graziato dal trucchetto simil-Outrun che consente di selezionare brani a proprio piacimento. Skitchin' non sarà un capolavoro, insomma (se non altro perché i racer acrobatici tendono naturalmente al ripetitivo, da che mondo è mondo), ma il titolo di outsider gradevole in ambito Megadrive non glielo toglie nessuno.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il