A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Sharp X68000
Street Fighter II Champion Edition
Capcom
30 07 2007

La sofferenza, per i videogiocatori occidentali in possesso di home computer a 8 e 16 bit, era sempre in agguato quando si parlava di conversioni da coin-op, e questo è risaputo. Raramente, del resto, tali conversioni riuscivano a raggiungere un livello qualitativo quantomeno accettabile, ed erano molto più frequenti le occasioni in cui i porting dalla sala giochi agli home computer davano luogo ad autentici e raccapriccianti disastri. Inutile dire, quindi, che neanche Street Fighter II sfuggì a tale regola, arrivando nei salotti e nelle camerette dei videogiocatori europei e statunitensi in forma a dir poco pessima, se non addirittura agghiacciante.

La situazione, come sempre, era assai diversa in Giappone, dove a tutelare gli interessi degli appassionati delle conversioni da sala giochi c'era fortunatamente l'X68000. Che, pure nel caso di Street Fighter II, si esibì in una prestazione da applausi, producendosi in un porting esemplare della Champion Edition del capolavoro targato Capcom. Gli elementi di una trasposizione da urlo c'erano tutti, a partire da una fedele riproduzione della grafica del coin-op per poi continuare con un ottimo sistema di controllo ed una buona resa del comparto sonoro del gioco (fermo restando il peculiare sound del computer Sharp), per concludere infine con una distribuzione dei caricamenti da disco tutto sommato ottimale. Per l'ennesima volta, insomma, il Giappone rideva mentre l'Occidente si disperava, e si parlava davvero di disperazione pura e semplice, tanta era la brama dei videogiocatori di avere Street Fighter II sul computer di casa. All'inettitudine di U.S. Gold (responsabile delle conversioni su Amiga, CBM 64, ZX Spectrum e via dicendo), d'altra parte, non c'era davvero limite, e a ciò non c'era purtroppo alcun rimedio...

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il