A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Nintendo Super NES
Street Fighter Alpha 2
Capcom
22 10 2007

Yoga flame! Hadouken! Sonic boom! Spinning bird kick! Psycho crushaah! Per tutti gli amanti di Chun Li, Ken e Ryu c'è tutto questo e anche di più in Street Fighter Alpha 2. Un'altra volta...

La serie Street Fighter è stata una delle più importanti mai messe insieme: ha definito l'essenza dei giochi di combattimento e ha letteralmente portato milioni di Super Nintendo nelle case di adolescenti di ogni età ed estrazione. In effetti, quando il Super NES venne lanciato in Europa, il principale motivo di acquisto era proprio il fatto che si portava dietro Street Fighter II. Dopo di allora, però, erano usciti anche Street Fighter II Turbo e Super Street Fighter II. Con tutto questo ben di dio di line-up la domanda era: ma c'era ancora qualche possessore di console Nintendo desideroso di altri Street Fighter, alla fine del 1996? Evidentemente si, tanto più che a guardare la realizzazione tecnica si gridava al miracolo. Certo che l'insistere della Capcom sui beat'em up bidimensionali, proseguito anche in era 32 bit, sarebbe poi diventato chiaramente stucchevole.

Al momento comunque (proprio alla fine della produzione a 16 bit) la trasposizione di un coin-op così spettacolare, che aveva avuto anche qualche difficoltà nel passaggio dalla sala giochi alla PlayStation, sembrava appunto un miracolo. Basterebbe dare un'occhiata agli screenshot per chiedersi come diavolo roba del genere poteva girare su una console a cartuccia. In realtà il trucco, già adoperato nei prequel, c'era: il taglio dei frame di animazione, inevitabile come al solito, ma qui un po' più sfacciato rispetto alla norma Capcom, e la diminuzione della velocità. Niente di tragico e niente di particolarmente avvertibile da chi non aveva avuto modo di vedere le altre versioni, tanto per essere chiari, con l'ulteriore scusante che tutti e due i fattori affliggevano soprattutto l'edizione europea del gioco e colpivano in maniera meno netta quelle jap e USA.

Per il resto qui c'è tutto quello che doveva esserci: una ventina di combattenti tra vecchi e nuovi, sprite massicci, fondali animati, alpha counter, custom combo, chaining hit e super combo. Alcune mosse sono state rese più accessibili (utilizzo di due tasti invece che tre, con qualche fireball che tra l'altro parte fuori dal nulla senza nessun motivo apparente) e alcuni degli avversari sembrano meno coriacei del solito: forse per questo Street Fighter Alpha 2 appare meno rigoroso nella sua severità rispetto ai suoi parenti stretti, con frequenti progressioni fino al match finale già nei livelli di difficoltà standard. Cosa inaudita per tutti gli altri episodi della saga, ma forse bene accetta da chi proprio fanatico dei picchiaduro non è. Certo che se a questo aggiungiamo una riproduzione in sordina della colonna sonora (ottimi effetti sonori e vocali, invece) si capisce come questo Street Fighter possa essere considerato meno rigoroso degli altri come fedeltà all'originale. Il punto però era che un'uscita tanto importante, proprio quando il mercato a 16 bit sembrava defunto, non poteva non colpire per la sua unicità. Consideriamo poi che già l'introduzione di una variante semplice, come quella delle barre di energia da riempire, riesce in questo caso a ribaltare visibilmente l'approccio ai combattimenti, regalando alla struttura di gioco di Street Fighter Alpha 2 una profondità e una sensazione di novità decisamente apprezzate da chi non era e non è affatto interessato all'ortodossia di Street Fighter. In quanto tale, e forse sbagliando, io continuo a considerarlo come il più divertente della serie. Resta in ogni caso un titolo tra i più intriganti, se non altro perché in uno dei rari confronti concessi dal fato riesce a surclassare la versione per PlayStation... almeno come tempi di caricamento.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il