A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Nintendo Game Boy
Elevator Action
Taito
05 08 2012

Altro gioco basato su un arcade dei ruggenti anni ottanta, Elevator Action (Taito, Game Boy; 1991) ci mette nei panni di un agente segreto (numero di codice 17!) impegnato a ispezionare, ovviamente senza permessi amministrativi, gli uffici di una potente organizzazione terroristica, alla ricerca di file che potranno essere usati come prova contro i leader della suddetta accolita di malfattori.

Sfortunatamente, anche se il grattacielo in cui si svolge l'avventura verrà violato proprio nel pieno della notte, al nostro eroe toccherà lo stesso di affrontare qualcuno. Trattasi delle guardie notturne nel pieno svolgimento del loro notturno dovere: per evitare di essere avvistato il novello 007 dovrà di conseguenza spostarsi spesso e volentieri da un piano a un altro, utilizzando essenzialmente gli ascensori dello stabile (da cui il titolo). In ogni caso, se questa vostra abilità nel giocare a nascondino non si rivelerà sufficiente alla bisogna, niente paura: un bel proiettile piazzato in mezzo agli occhi della ronda di turno riporterà la quiete all'interno del palazzo. Esistono comunque altre possibilità di azione per tirarsi fuori dai guai: si può per esempio far fuori l'illuminazione del piano, sperando nella confusione conseguente e nella possibilità di raggiungere così altre stanze e zone inesplorate (anche se il corpo a corpo con gli avversari resta sempre un'eventualità da considerare).

Come se questo non bastasse, andando avanti con la missione ci si renderà pure conto che le guardie incontrate inizialmente rappresentano il minore dei mali: a parte i sensori di allarme e le acrobazie tra una tromba dell'ascensore e l'altra, ci sarà pure da fare i conti con agenti della concorrenza sempre più scaltri, per non parlare della presenza di cani e robot ausiliari. Il cuore del gioco, al di là della frenesia dell'azione, ha però una certa vocazione labirintica, alla faccia dell'inquadratura laterale da platform: corridoi, ascensori, piani e mezzanini portano difatti inevitabilmente a diverse stanze da individuare, memorizzare ed esplorare. Segnalate da specifiche colorazioni (o almeno questo è quanto accade nelle versioni più evolute di Elevator Action, come quella per Saturn: qui lo schermate sono in bianco e nero, naturalmente), le stanze possono contenere diversi elementi, da quelli di puro ostacolo come nemici di vario tipo pronti a farvi fuori, a quelli di minore o maggiore utilità come oggetti e armi ancora più letali, fino ad arrivare ai dischi ricercati dal nostro servizio segreto. Con un ottimo audio e una grafica eccellente per gli standard del Game Boy, Elevator Action rappresenta insomma una conversione più che plausibile di un vero classico, nella vena di altri grandi titoli arcade come Rolling Thunder.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il