A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Clown21 Clown21 ha passato i migliori anni della sua vita a giuocare. Erano i migliori anni proprio perché giuocava. Era bello infrangere la legge, non c'era condominio in cui non fosse affisso un qualche cartello in cui si vietava qualche giuoco. Quasi sempre si vietava il giuoco della palla. Che sciuocchi. Ci voleva pochissimo per aggirare tale divieto. Invece di giuocare alla palla, bastava giuocare ad Emlyn Hughes International Soccer...

Commodore 64
Lazy Jones
Terminal Software | David Whittaker
17 10 2005

Erano tempi in cui i propri anni cominciavano ad essere misurati su due mani. E la pornografia faceva rima con fantasia (deviata). A me, il signor Jones sembrava nudo. Non solo, credevo che "Lazy" significasse "sporcello" o qualcosa di simile. Di conseguenza, quando Jones si rifugiava nello sgabuzzino e si avvicinava alla scopa emettendo un suono molto simile ad un bacio, sembrava impossibile immaginarsi una metafora più esplicita dell'atto sessuale. Quasi ero tentato di spegnere la TV quando entravano i miei, tanto mi sembrava di giocare un titolo audace.

Madonna, quanto mi sbagliavo. Il signor Jones non è nudo, è solo monocromatico. E nulla, ma proprio nulla in tutto il gioco allude neppure minimamente al sesso. Zero trasgressione, quindi. Riprovare questo titolo è stato un po' come rivedere le repliche di "Colpo Grosso" in TV, molto più caste di un tiggì dei ragazzi odierno.

Privato della stupida malizia che può avere uno scolaretto delle elementari, è rimasto, ahime, solo il gioco, incentrato sull'idea piuttosto carina di riunire in un unico titolo i migliori videogame disponibili all'epoca. Soluzione: prendere un palazzo di tre piani (ognuno dei quali protetto da un guardiano da evitare saltando) e riempirlo di stanze. In ognuna di esse (a parte il bagno, un letto, un bar e il famigerato sgabuzzino con le scope) collocare un computer grazie al quale usufruire di un videogioco per un minuto e mezzo (precisamente, 9999 centesimi di secondo).

Controindicazioni: i vari giochi, a parte qualche simpatica variante, sono copie spudorate di noti classici (Frogger, Space Invaders, Breakout, solo per non citarli tutti), limitati da una logorante reiterazione dei soliti movimenti. Non solo, una volta entrati in tutte le stanze del palazzo, si ricomincia da capo, con gli stessi identici giochini.

Posologia (tempo di retrogaming massimo consigliato): 10 minuti. L'idea di edificare la struttura di un videogame proprio sui sottogiochi è stata ripresa da una miriade di altri titoli, concretamente più convincenti, però. I ricordi, a volte, specie se piacevoli, dovrebbero essere lasciati tali.

[Clown21]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il