A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

Atari ST
Impact!
Audiogenic | John Dale | Spiny Norman
29 12 2006

Semplice al punto da risultare quasi elementare, eppure divertentissimo. Estremamente modesto da un punto di vista grafico, ma ciononostante sufficientemente peculiare da poter essere riconosciuto con una sola occhiata. Quantitativamente poverissimo, in quanto ad effetti sonori, ma qualitativamente eccelso, non tanto per la pulizia o la potenza dei suoni (invero assai schematici), quanto per la perizia nell'uso degli stessi. Impact! era, in altre parole, una piccola gemma. Non brillava per l'originalità del concept, sia ben chiaro, visto che in fin dei conti non era altro che l'ennesimo clone di Arkanoid, ma se non altro aggiungeva qualcosa alla formula di base - il che era piuttosto raro. Mentre gli altri si limitavano a copiare e tentare la fortuna, infatti, Audiogenic aveva osato un po' di più, risparmiando sulla grafica (comunque funzionale) e allestendo un sistema di power-up basato sulla raccolta e sull'accumulo di particolari gettoni. Ciascun potenziamento richiedeva di mettere da parte un certo numero di monete, raggiunto il quale era possibile attivare l'opzione prescelta. Ai veri duri, invece, veniva offerta la chance di completare i vari quadri senza ricorrere ad alcun power-up, ammassando invece i gettoni per poi vederli convertiti in punti alla fine di ogni livello. Gli immancabili mostri che vagabondavano tra i mattoni, inoltre, erano più scaltri ed aggressivi di quelli incontrati in Arkanoid e nella maggior parte dei suoi cloni dell'epoca, il che caratterizzava ulteriormente Impact!, donandogli un ritmo decisamente diverso da quello adottato dalla concorrenza.

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il