A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
NO1 Imbarcato in tenera età su un cargo battente bandiera liberiana, NO1 ha sviluppato grazie ai suoi viaggi in giro per il mondo, e ai conseguenti contatti con numerose popolazioni indigene legate alle tradizioni, una smodata passione per l'antico. Passione che oggi riversa nel retrogaming, in particolare se targato Sega...

Sega Mega Drive
Speedball 2 - Brutal Deluxe
Virgin | The Bitmap Brothers
12 06 2006

Corre l'anno 2095 e quel sanguinoso sport che era Speedball è arrivato alla sua morte naturale: sempre più combattuto dalla legge, minato nella sua credibilità e progressivamente abbandonato dal pubblico, è finalmente andato incontro alla fine che si meritava. Gli stadi sono stati chiusi e il gioco è stato ufficialmente proibito. Comunque, i capoccia del Governo hanno realizzato che, come indiretta conseguenza dell'abbandono della valvola di sfogo che era diventato Speedball, gli atti criminosi sono nettamente aumentati nel Paese. Di conseguenza, per ripristinare quel minimo di stabilità sociale che regnava nei tempi andati, le stesse forze dell'ordine si decidono a reintrodurre uno sport modificato, basato sul vecchio Speedball, ancora più violento, ma perlomeno direttamente controllato dallo Stato. Nel 2100 due campionati ufficiali vengono così riorganizzati, con nuove squadre assemblate a partire dagli ex giocatori ancora in grado di muoversi e da matricole ansiose di farsi largo nella vita a forza di gomitate o peggio.

Proprio come nella vecchia versione dello sport, lo scopo del gioco è naturalmente quello di fare più punti possibile, senza pensare troppo a come ottenerli. Ma, dopo la revisione delle regole di cui sopra, il punteggio non deriverà più solo dallo sbattere la palla dentro la porta avversaria: le autorità hanno infatti ritenuto opportuno introdurre delle nuove regole, inserendo in campo degli inediti attivatori-rilevatori che possono essere utilizzati per conquistare dei punti extra o per migliorare temporaneamente la reattività dei giocatori. Comunque lo spirito di questo fantascientifico gioco non è cambiato, come non è cambiata molto la struttura voluta dai Bitmap Brothers (rispetto al loro primo Speedball) per questa rappresentazione di un futuro agonistico piuttosto schiodato: non ci sono vere e proprie regole, il che vuol dire che il risultato degli incontri dipende tanto dall'abilità delle squadre, quanto dalla loro capacità di ricorrere all'uso immediato della violenza, evitando al massimo le indecisioni (e tutto sommato ricorrendo in parti uguali alle azioni solitarie e ai passaggi, date anche le difficoltà che la visuale à la Kick Off comporta nel capire dove diavolo sono posizionati i compagni di squadra).

Come conseguenza Speedball 2 viene fuori come una pseudo simulazione (lo sport vero ovviamente non esiste, o almeno fino ad ora nessuno ha mai pensato di metterlo in piedi, anche se i punti di contatto col cinematograficamente celebre Rollerball sono parecchi) dalla intensità furiosa, con un marchio di fabbrica rappresentato dalla assoluta mancanza di pause, come è nella migliore tradizione dei Bitmap Brothers. Non che questo conduca poi a un gioco decerebrato: da fare in mezzo al campo ce ne è molto (i meccanismi di attivazione dei bonus di cui parlavamo prima sono collocati a centrocampo insieme ai moltiplicatori di punti, il che evita di concentrare le azioni unicamente sotto porta), come pure ce ne è molto al di fuori. La sezione manageriale finisce infatti per avere un peso non di poco conto all'interno di Speedball 2, fino a rivelarsi il fattore di maggiore profondità: bastano poche partite per capire che per sperare di vincere bisogna continuamente fare ricorso all'allenamento della squadra in toto o a quello dei singoli giocatori (si parte con il team teoricamente più imbranato della lega), come pure, in seconda battuta, all'acquisto dei pezzi migliori presenti sul mercato. Il tutto viene gestito da una interfaccia solo apparentemente ostica, che riflette in pieno sia lo stile grafico molto particolare spalmato un po' dappertutto (da cult assoluto la copertina giallo acido della versione USA), sia la presunta durezza del gameplay (che richiede invece solo un minimo di costanza).

In ogni caso, qui siamo ai livelli massimi del Megadrive (via Amiga, come spesso è successo). Considerato infatti dagli hardcore gamer come uno dei punti più alti della parabola della console Sega, Speedball 2 è forse troppo incline allo scarico massiccio di adrenalina per poter piacere a tutti, ma è innegabilmente un gioco dalla personalità strabordante, a partire dalla solidità del gameplay e dalla varietà delle situazioni (vedere l'articolazione della sezione manageriale e l'imprevedibilità fino all'ultimo secondo delle partite), per finire con una presentazione studiata nei più piccoli dettagli. Più furioso che veloce, tipico esempio di gioco che i vostri genitori non potranno mai apprezzare, Speedball 2 resta un vero classico, una palese dimostrazione che il progresso tecnologico non comporta necessariamente il miglioramento o quantomeno una maggiore profondità dei giochi prodotti nel corso del tempo.

[NO1]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il