A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Nyabot Nyabot è praticamente un fantasma, qualcuno della cui esistenza gli stessi redattori di A.Rea. 21 dubitano spesso e volentieri. Compare di tanto in tanto, recensisce qualcosa e poi svanisce di nuovo, probabilmente per tornare nelle tenebre da cui era improvvisamente spuntato. Se lo incontrate, non fidatevi della sua apparenza tenera e coccolosa: tiene sempre in serbo un'ascia da lanciare all'indirizzo dei curiosi...

Nintendo NES
Shatterhand
Jaleco | Natsume
18 12 2006

Per chi non l'avesse mai sentito nominare (e saranno in tanti, vista l'irreperibilità pressoché totale della cartuccia), Shatterhand è un gioco palesemente ispirato all'interminabile serie Ninja Gaiden di Tecmo, qui ripresa da Jaleco e Natsume con grande estro. In Shatterhand i programmatori nipponici hanno chiaramente puntato allo sfruttamento totale del NES, confezionando una veste grafica di primissimo livello, una sezione audio movimentata e gradevole (nonostante gli 'strumenti' del NES suonino un po' fasulli come sempre) ed un level design che si pone su un livello addirittura superiore a quello medio della serie ispiratrice (Ninja Gaiden, ricordate?). Ogni singola schermata di Shatterhand mette alla frusta la palette del NES, senza per questo cadere nelle incongruenze cromatiche tipiche dei titoli troppo ambiziosi realizzati per questa macchina; il risultato è quindi estremamente godibile e fa addirittura dubitare che il gioco stia girando sull'8 bit Nintendo, tanto più che sullo schermo sono sempre presenti parecchi avversari ed altri oggetti in movimento.

Tirare le somme in un caso come questo è ovviamente sin troppo facile, dato che Shatterhand guadagna agevolmente il massimo dei voti in ogni reparto. La giocabilità è infatti allo stesso elevatissimo livello della maestria tecnica dimostrata dai programmatori, dai grafici e dai musicisti; inutile dire, quindi, che ogni sezione del gioco presenta nuove difficoltà e situazioni da fronteggiare, e che andare avanti nell'avventura è un vero e proprio piacere sotto ogni punto di vista, primo fra tutti quello del divertimento puro. Se alle 'retrocensioni' venisse associato un voto, Shatterhand guadagnerebbe probabilmente un 9.5 o addirittura un bel 10, ma sminuire il valore di vecchie perle come questa con un semplice giudizio numerico sarebbe un vero crimine. Ragion per cui, recuperate Shatterhand da qualche parte, giocatelo e assaporate il piacere del gameplay dell'era degli 8 bit: non rimarrete affatto delusi...

[Nyabot]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il