A.Rea. 21 : retrogaming dal 1996!
home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] link | e-m@il
Carica un articolo casuale!
Shrapnel Dopo aver fondato A.Rea. 21 insieme a NO1 e LH3CT, Shrapnel ha svolto il lavoro di mantenimento del sito fino alla chiusura dello stesso e ne ha poi curato la riapertura. Ha scritto su Super Console, Mega Console, Videogiochi e PSM, ha gestito per due anni e mezzo un negozio di videogiochi e ha lavorato come game designer e sceneggiatore su uno sparatutto per PC intitolato Steel Saviour. Attualmente scrive per un paio di riviste cartacee dedicate agli utenti iOS e macOS.

Mattel Intellivision
Pac-Man
Atari
08 11 2013

I detrattori della (ristretta) produzione hardware di Mattel hanno sempre dipinto l'Intellivision come una console sostanzialmente incapace di sopportare il peso di conversioni da coin-op degne di nota; le smentite non sono mancate nel corso degli anni, ma le malelingue sono state ridotte al più completo silenzio soltanto in rare occasioni. Una di queste riguarda l'adattamento del celeberrimo Pac-Man, portato di peso su Intellivision in un modo che ha a dir poco dell'incredibile.

Tutto, nella versione Intellivision di Pac-Man, lascia a bocca aperta sin dal primissimo impatto. La grafica, per esempio, è chiaramente schiacciata a causa del diverso orientamento dello schermo (che nel coin-op era disposto in verticale), ma ciò non impedisce al labirinto, ai fantasmi e al popolarissimo mangiapillole di somigliare in modo sorprendente alle controparti da sala. Il merito non è della risoluzione, come al solito non particolarmente elevata, ma della sapiente scelta dei colori e della riproposizione della maggior parte dei piccoli dettagli tanto apprezzati dagli amanti del coin-op, come l'animazione mostrata alla morte di Pac-Man e la simpatica rappresentazione della frutta e degli altri bonus. Gli sprite, inoltre, non sfarfallano (un problema quasi inevitabile su altri formati) e la sezione audio è decisamente adeguata.

Quel che rende praticamente impossibile non innamorarsi della versione Intellivision di Pac-Man, comunque, è la giocabilità: è davvero stellare e non lascia nulla al caso, figlia com'è di una lavorazione estremamente accorta e meticolosa. La struttura del labirinto, a dispetto della compressione verticale, è molto fedele a quella dell'originale da sala: un pregio importante perché, come i puristi di Pac-Man ben sanno, conformazione e proporzioni del dedalo hanno un ruolo fondamentale nell'economia e nel bilanciamento del gioco, dato che determinano i percorsi da intraprendere e le strategie da seguire per mirare alla sopravvivenza e all'accumulo dei punti.

I fantasmi, da parte loro, sono cocciuti e aggressivi al punto giusto, ma è il sistema di comando a consentire a Pac-Man per Intellivision di distinguersi maggiormente dalle altre conversioni. Pur sembrando distante dalle naturali inclinazioni del controller, infatti, è reattivo, preciso e persino simile in termini di feeling a quello del coin-op, con gli ovvi benefici che ne derivano. La versione Intellivision di Pac-Man, in definitiva, non si limita a superare quella per Atari 2600, poiché sarebbe stato troppo facile, ma la riduce in polvere e poi la soffia via con misurata nonchalance, incurante degli sguardi (carichi d'odio) dei detrattori e delle malelingue di cui s'è detto in apertura.

[Shrapnel]


Immagini: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6

home [ Acorn | Amstrad | Apple | Arcade | ASCII | Atari | Coleco | Commodore | Mattel | NEC | Nintendo | Sega | Sharp | Sinclair | SNK | Sony ] Privacy e cookie | e-m@il